Valica: ricavi a 5,2 milioni di euro nel 2023. Emiliano D’Andrea: “Il nuovo percorso è appena iniziato”

Valica: ricavi a 5,2 milioni di euro nel 2023. Emiliano D’Andrea: “Il nuovo percorso è appena iniziato”

«Il 2023 si è rivelato un anno straordinario e positivo, con risultati allineati alle previsioni e addirittura superiori in termini di redditività». Così Emiliano D’Andrea, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Valica SpA, commentando il progetto di bilancio approvato il 23 aprile (ricavi totali pari a 5,2 milioni di euro, + 86% rispetto al 31 dicembre 2022).

«La quotazione all’Euronext Growth Milan ha consolidato il nostro modello di business, incentrato su Digital Advertising e Event Marketing. Il nostro approccio phygital ci consente di presentarci sul mercato con un’offerta sempre più integrata, capace di rispondere alle esigenze di stakeholder che cercano soluzioni trasversali ed efficaci».

Quali sono stati i fattori chiave che hanno guidato la crescita nel 2023?

«Sicuramento la nascita di FYTUR, l’AdTech del gruppo che ci ha permesso di aumentare le collaborazioni del gruppo rispetto all’anno precedente, è stato il principale driver della crescita. Si sono però rafforzate tutte le linee di business, basti pensare all’aumento del numero di eventi di “Borgo diVino”, il format ideato dalla controllata Experience Lab Srl, o alla crescita dell’organico.

In un contesto economico che si è ulteriormente complicato per i fatti del 7 ottobre 2023, il Gruppo ha comunque continuato il suo percorso realizzando circa un +100% su tutti i fondamentali economici rispetto al 2022. Stiamo lavorando affinché anche il 2024 possa darci ulteriori soddisfazioni per rendere sempre più solido il nostro modello di business».

Nel 2024 su cosa si concentrerà Valica in particolare?

«Abbiamo da poco annunciato la nascita di un nuovo format destinato al mercato B2C, ossia “Experience Park”. Si tratta di un parco esperienziale ideato dal Experience Lab e dedicato allo sport e alle attività all’aria aperta nel territorio di Rocca di Papa. Stimiamo che l’evento, le cui attività inizieranno da maggio 2024, avrà un impatto economico di circa 450.000 € sull’anno corrente e ci si aspetta che a regime nei prossimi anni possa arrivare a oltre 600.000 € con una marginalità attesa pari al 15%.

Dal punto di vista commerciale, FYTUR si impegnerà a consolidare la proposta pubblicitaria del prodotto VECC, che consente agli inserzionisti di raggiungere i consumatori attraverso diversi dispositivi (Mobile, DOOH, CTV). Per ottenere risultati in questo ambito, lavoreremo al consolidamento della rete di venditori presenti su tutto il territorio nazionale, che interagiscono direttamente con i clienti.

Vogliamo poi aumentare il numero di editori capaci di arricchire la nostra offerta verticale nel mercato B2B, nei settori dell’enogastronomia e dell’intrattenimento. Infine, in linea con la nostra strategia di crescita per linee esterne, stiamo analizzando dossider e facendo scouting di società per consolidare l’audience proprietaria e il rapporto con clienti strategici del settore turistico».

Quali settori mostrano maggiore potenziale per il 2024?

«Il Gruppo si sta concentrando sul consolidamento della sua leadership nel mercato dei servizi MarTech nel settore del turismo ed enogastronomia, rafforzando la propria struttura interna. Prevedo che entrambe le aree di business della nostra offerta (Digital Advertising e Event Marketing) registreranno una crescita bilanciata in tutti i settori. Inizieremo anche a capire come ampliare il legame con gli utenti che visitano i nostri siti proprietari attraverso indicazioni di progettualità.

Per quanto riguarda il mercato B2C, l’obiettivo per il 2024 è – oltre a lanciare Experience Park – quello di aumentare il numero di eventi del format “Borgo diVino”, coprendo un evento per ogni regione italiana e avviando il processo di internazionalizzazione del format in collaborazione con l’Associazione del Club dei Borghi più belli d’Italia.

Nel 2024, la divisione Mar-Tech del Gruppo si concentrerà anche sullo sviluppo del progetto “DMO Ville Tuscolane”, di cui è capofila nell’Associazione temporanea di impresa creata con soggetti pubblici e privati. Questo progetto rappresenta una buona pratica da presentare anche alle altre Destination Management Organization italiane.

Infine, il team di sviluppo tecnologico lavorerà principalmente sul prodotto “native verticale” dedicato ai publisher digitali, con l’obiettivo di aumentare il valore dell’RPM riconosciuto ai nostri partner editoriali».

In conclusione, cosa si può aggiungere?

«Dopo il Covid il Gruppo Valica sta registrando anno dopo anno una crescita molto significativa. Anche nel 2023 questo è avvenuto e ne siamo veramente orgogliosi, perché con l’approvazione dei numeri del bilancio consolidato, confermiamo quanto promesso agli investitori in fase di quotazione.

Il nuovo percorso è appena iniziato e siamo fiduciosi che anche per i prossimi anni possiamo confermare questo trend così ambizioso, al fine di posizionarci sempre di più come una delle realtà emergenti più interessanti del panorama dell’Euronext Growth Milan».

La Rassegna Stampa

Teleborsa.it, LaStampa.it, Engage.it, MediaKey.tv, ProiezioniDiBorsa.it, SoldiOnline.it, MarketScreener.com

Per Experience Park: Italia-Informa.com, LaStampa.it, MarketInsight.it, Tiscali.it, TeleBorsa.it, LaMescolanza.com

Condividi:
blog

Le ultime da Valica

Innovazione, crescita, nuovi progetti ed eventi: scopri di più sul mondo Valica

Comment